Semplice! Basta usare lo Spirito

Tome el spirito” (trad. “prendimi l’alcool”).
Mia nonna sembrava parlasse una lingua straalcoolniera. Beh, si sa: il dialetto veneto è anche mescolanza di espressioni e vocaboli spagnoli e francesi. Per spirito, in quel dialetto andato ormai in disuso, si intendeva l’alcool. Tome sta per prendimi. Sempre per via degli spagnoli.

El spirito mi piace associarlo alla sua funzione purificatrice, detergente, disinfettante e infiammante.
La nonna non temeva di usarlo anche per accendere il camino,: pericolosissimo, dicono oggi. A quei tempi, non c’erano tanti prodotti; così, per mille utilizzi, si usava el spirito!

vangelo pentecoste

Ciò che mostra il Nazareno Figlio di Dio, il Vivente, sono mani forate e torace trafitto.
Mani incise, dal dolore di una morte cruenta. Costato trapassato da una lancia, dal quale uscì sangue e acqua.

Le ferite restano. Per sempre. Soprattutto, quelle invisibili agli occhi. Quelle del Risorto appaiono ferite in un corpo ora dimentico del dolore.

La tradizione iconografica ce lo presenta, da sempre, con i fori nelle mani e nei piedi.
Bello sapere che quelle mani, ora, non possono più trattenere più nulla! Non possono raccogliere acqua fresca per rinfrescare una gola infiammata. Ormai, servono solo per lasciar passare qualcosa. Sono le mani della generosità. Ciò che possiede, non lo può conservare per sé.
Ora, da Risorto, quel qualcosa lo regala: lo Spirito. Questa volta, con la esse maiuscola.

Con el spirito, mia nonna aveva una grande familiarità. Non poteva stare senza. Le serviva per tante faccende del quotidiano vivere. Disinfettava, disincrostava, sgrassava, puliva, odorava, faceva fuoco e rendeva brillante ogni cosa.  Qualunque cosa fosse stata avvolta dall’alcool, risultava  poi come nuova. L’intera casa odorava di freschezza.

Non voglio sembrare banale, ma penso che non a caso i nostri vecchi lo chiamassero spirito. Forse, più di noi, avevano familiarità con l’azione dello Spirito Santo. Pur senza conoscerne i costrutti teologici.

Il regalo di Gesù non è cosa da poco. Ciò che innesta nel cuore degli uomini altro non è che uno degli elementi costitutivi di Dio. Di Colui che da sempre è unità di Paternità, Figliolanza e Spirito, che è l’anima della vita.

Tutto ciò che ha animato i pensieri, le azioni e le parole di Gesù, da quelle mani bucate e da quel torace perforato, è trasfuso nella vita dei credenti.

È una potente forza che dà un vigore fiammante e fresco all’esistenza, spesso arida, rattristata, mediocre e delusa. Un benefico farmaco.

È l’energia, mai esaurita, che spinge ad uscire. Ad aprirsi. Ad accorgersi che la vita è colorata di bellezza, nella misura in cui si comprende che, solo guardando agli altri, attraverso l’occhio di Dio, tutto si trasforma.

L’invito del Risorto è semplice e chiaro. Il segreto della gioia del vivere sta lì: Andate!

Ci dice: Vi mando a continuare ciò che io ho iniziato. Le mie mani bucate e il mio cuore trapassato, hanno bisogno delle vostre mani e del vostro cuore. Solo così salverete il mondo dalla deriva della distruzione per ricondurlo nell’alveo della bellezza. La sola che può salvare il mondo e rendere piacevole l’esistenza di ciascuno.21cf57df23d821c9ab60e1a2fab8dfef

Sarà così, se sapremo accettare di far pulsare, nel nostro cuore, il cuore del Figlio di Dio.
Se il desiderio di gioia di vivere è grande, tutto diventa più semplice, se ci lasceremo animare dal respiro dell’Eterno, posto nei polmoni della nostra anima.

Vieni, Spirito di Vita. Infiamma il nostro cuore, rendici capaci di essere presenza di Gesù dentro le pieghe della nostra storia. Disinfetta e sgrassa ogni nostra mediocrità. Depura la nostra anima con il perdono di Dio. Facci brillare di bellezza capaci di dispensare il profumo dell’Eterno, lì dove la vita ci riserva di essere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...